EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

 

“Il governo del cambiamento serve la solita zuppa avvelenata contro la stampa e il pluralismo dell’informazione. C’è una preoccupante continuità nelle politiche dei governi degli ultimi 20 anni contro la libertà d’informazione. Il potere mal sopporta la critica e l’esistenza di contropoteri, e in questo Lega e M5S vanno a braccetto con il Berlusconi dell’editto bulgaro o con il Renzi della ‘legge bavaglio’, aggiungendo una notevole dose di violenza verbale e di volgarità sessista”, commentano Tommaso Fattori e Paolo Sarti, consiglieri regionali di Sì Toscana a Sinistra stamani scesi in piazza a fianco dei giornalisti.

“Per il governo giallo-verde è lecito solo il plauso e l’appiattimento sulle posizioni di chi governa, evidentemente. Per noi vale la difesa del diritto all’informazione e il rispetto dell’articolo 21 della nostra Costituzione”, concludono Fattori e Sarti.

Commenta