EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

“Il clamore suscitato dalla sentenza che obbliga la Monsanto a indennizzare con 289 milioni di dollari un giardiniere scolastico statunitense per aver contratto un linfoma non-Hodgkin in seguito all’uso di erbicidi a base di glifosato ha risveglia... read more

All’indomani dell’affollato consiglio comunale straordinario a Barga, Sì – Toscana a Sinistra ha depositato un’interrogazione in Regione per conoscere le attuali ed effettive emissioni atmosferiche di Kme.   “Dopo l’approvazione unanime... read more

Il 6 agosto 1945 l’aeronautica militare statunitense sganciò la bomba atomica “Little Boy” sulla città giapponese di Hiroshima, seguita tre giorni dopo dal lancio dell’ordigno “Fat Man” sulla città di Nagasaki: le vittim... read more

Il Consiglio regionale ha approvato oggi, con il voto contrario dei consiglieri di Sì- Toscana a Sinistra, la Revisione delle aree vocate e non vocate alla specie cinghiale (Sus scrofa) in regione Toscana. “Con la revisione delle così dette aree vocat... read more

“Ribadiamo il nostro sì al parco agricolo della piana e allo sviluppo del polo scientifico dell’Università di Firenze come ribadiamo il nostro no alla nuova pista aeroportuale, che sia da 2.000 o da 2.400 metri, e il no all’inceneritore. I nostri ... read more

“Per il porto di Talamone sono previsti interventi per più di un milione di euro, dei quali 600.000 a carico della regione Toscana, 150.000 del Comune e 350.000 dell’Associazione Consortile”, spiegano Tommaso Fattori e Paolo Sarti, consiglieri regi... read more

Un giorno importante, oggi, per il futuro della KME e per la salute degli abitanti della Valle del Serchio, dopo l’approvazione all’unanimità di una mozione che porta la prima firma del capogruppo di Sì – Toscana e Sinistra, Tommaso Fattori, e... read more

E’ in arrivo in Consiglio Regionale una raffica di atti presentati da Sì- Toscana a Sinistra sul futuro della KME e sul progetto di pirogassificazione degli scarti di pulper delle cartiere. Prima la giunta regionale dovrà rispondere ad una interrogazi... read more

Tutta la vicenda si gioca attorno alla questione della dimensione dei forni di Scarlino, che devono consentire che i fumi prodotti dall’incenerimento possano raggiungere la temperatura di almeno 850 gradi per almeno due secondi. La legge stabilisce infa... read more