EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

“La determinazione delle associazioni nel difendere i diritti e la dignità delle persone disabili ha portato finalmente, dopo una notte di pacifica occupazione, all’approvazione di un importante atto d’indirizzo, votato all’unanimità dal Consiglio regionale. E’ un primo passo, cui ne seguiranno altri, per consolidare, potenziare e finanziare adeguatamente il diritto di tutti ad una vita indipendente” dichiarano i Consiglieri Regionali Tommaso Fattori e Paolo Sarti di Sì Toscana a Sinistra, che nel corso della notte sono stati vicini e solidali con le persone disabili accorse in Consiglio.

“Nella mozione si chiede alla giunta di emanare una circolare chiarificatrice per ripristinare immediatamente le erogazioni individuali mensili impropriamente sospese da alcune società della salute.” “E’ stata poi rimarcata la necessità di aumentare le risorse disponibili sul Fondo per la non autosufficienza destinate al progetto “Vita Indipendente” e di rendere il progetto strutturale. In particolare si chiede di elaborare una vera e propria legge regionale sul tema, che nasca dal confronto con le organizzazioni di persone disabili che si occupano da tempo del diritto delle persone disabili ad una vita indipendente”.

“Ha vinto il buon senso, la nostra regione deve continuare a impegnarsi affinché le persone con disabilità possano essere cittadini a tutti gli effetti, attivi nella società, padroni delle proprie vite. Naturalmente la strada è ancora lunga ma la percorreremo fino in fondo”.

“Stupiscono in negativo le parole dell’Assessore Saccardi: i disabili ieri notte non si sono “accampati” in Consiglio Regionale, quasi che lo avessero fatto per divertimento e per sfizio, è stato anzi molto difficile, per tutti loro, trascorrere la notte nell’edificio, date le difficili condizioni di fisiche e di salute. Ma soprattutto non sono stati “arroganti”. “Arrogante e insensibile, semmai, è stata l’Assessore Saccardi, che ieri non si è presentata in Consiglio ed oggi è stata presente tutta la mattina ma si è pervicacemente rifiutata di incontrarli”, terminano Fattori e Sarti.

1 Comment

    • Lascialfari Sauro

      Complimenti per l’articolo,,,,,,,, quello che mi fa’ imbestialire è che l’assessore Saccardi che dovrebbe “lavorare ” per coloro più deboli e in difficoltà non ha “avuto il coraggio o menefreghismo ” di salutare i dis-abili.

      reply

Commenta