EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

GIORNO DEL RICORDO, FATTORI (SÌ): “COMUNI DI MASSA E CARRARA FANNO SALIRE IN CATTEDRA SIMPATIZZANTE SS. PROLUSIONE A PSEUDOESPERTO CHE VOLEVA HITLER E MUSSOLINI VINCITORI DELLA GUERRA È NUOVA VIOLENZA SU VITTIME DEI LAGER. I SINDACI CI RIPENSINO”. 

Dopo la vicenda del consigliere pisano della Lega, Manuel Laurora, che se ne resta seduto mentre il consiglio comunale, in piedi, commemora i morti del giorno della Memoria, ostentando così tutto il suo disprezzo per le milioni di vittime dei lager, ecco che adesso, a Massa e Carrara, il consiglio comunale decide di dare direttamente la cattedra ad un simpatizzante degli aguzzini nazifascisti, ad uno di quelli che vorrebbero che la seconda guerra mondiale l’avessero vinta Hitler e Mussolini. E’ dunque questo il modo in cui si intende celebrare il giorno del Ricordo?”, si chiede il capogruppo di Sì Toscana a Sinistra in consiglio regionale, Tommaso Fattori, immediatamente intervenuto sulla sua pagina facebook.

Ciò che sconcerta non è tanto il fatto che ormai si consideri del tutto normale invitare un dilettante di storia contemporanea, che pubblica libelli privi di qualsiasi valore scientifico, a tenere una prolusione solenne in un consiglio comunale, ma il fatto che lo pseudoesperto sia apertamente un nostalgico del nazifascismo. Un tizio che nella sua immagine di profilo facebook decide di photoshoppare una foto per collocarsi, sorridente, accanto a Himmler, il feroce capo delle SS, l’uomo chiave della Shoah e della ‘soluzione finale’, il responsabile dello sterminio di milioni di ebrei, Rom, Sinti, omosessuali, disabili, oppositori politici. Nè può mancare ovviamente Benito Mussolini, nel Pantheon di questo Pierluigi di Colloredo, fra le sue foto di profilo”, continua Fattori.

Provoca vergogna, ma anche dolore profondo, dover assistere ad un simile degrado delle nostre istituzioni. Dover constatare che si decide di esercitare ancora una volta una terribile violenza contro le vittime delle leggi razziali, dei campi di concentramento, della guerra nazifascista, la più grande e distruttiva dell’intera storia dell’umanità. Faccio appello ai Sindaci di Massa e Carrara perché tornino sulla loro decisione e un simile abominio non abbia luogo”, conclude Fattori.

 

Commenta