EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Voto favorevole all’unanimità in Commissione ambiente del Consiglio regionale alla mozione “Valorizzazione del Sistema delle Riserve Naturali Regionali del Padule di Fucecchio e del Lago di Sibolla”, presentata dai Consiglieri regionali di Sì Toscana a Sinistra Tommaso Fattori e Paolo Sarti. La mozione impegna la giunta “a monitorare che i contributi destinati alla valorizzazione delle Riserve Naturali del Padule di Fucecchio e del Lago di Sibolla siano coerenti con le finalità individuate dal Protocollo d’Intesa; a formalizzare linee guida specifiche e dettagliate per gli enti sottoscrittori il Protocollo d’Intesa circa le modalità di compartecipazione alla gestione delle Riserve; a mettere in campo azioni concrete ed efficaci per una valorizzazione effettiva della Riserva del Lago di Sibolla, a partire dalla piena operatività del Centro Visite”.

“La Riserva Naturale del piccolo Lago di Sibolla rappresenta uno dei più importanti biotopi palustri della Toscana ed ospita numerose specie di uccelli – fra cui garzette, aironi, falchi, oche – oltre ad una flora interessantissima, ormai quasi del tutto scomparsa altrove. Per questo occorre il massimo impegno delle istituzioni per mettere in campo azioni concrete ed efficaci finalizzate alla valorizzazione effettiva di questo splendido luogo”, ha dichiarato Fattori presentando il testo della mozione in commissione.

“Fino ad oggi l’area è stata mantenuta in maniera approssimativa, mentre servirebbero sfalci selettivi continui e non episodici, l’eradicazione e il controllo delle specie aliene invasive, la manutenzione dei manufatti presenti, la realizzazione di passerelle, un’attività ben pianificata di fruizione e lo sviluppo di progetti di ricerca naturalistici”, ha proseguito Fattori. “Ed è anche necessario garantire l’apertura continuativa, almeno nei fine settimana e nei giorni festivi, del Centro Visite, una struttura inaugurata nel 2013 e costruita con ingenti fondi pubblici comunitari, oltre 600.000 euro, ma quasi sempre chiusa”.

“Come Sì Toscana Sinistra, unendoci alle associazioni ambientaliste, ai cittadini e a tante personalità del mondo scientifico e politico, ribadiamo anche il nostro appello all’assessora Fratoni e al presidente Rossi per fermare lo smembramento, da parte della Regione Toscana, della gestione dei beni della contigua Riserva Naturale del Padule di Fucecchio e l’estromissione del Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione, che in 22 anni ha avuto sempre riconoscimenti e apprezzamenti trasversali per il suo eccelso lavoro. Queste aree umide hanno bisogno di una gestione unitaria, scongiurando qualsiasi ipotesi di frammentazione amministrativa”, ha concluso Fattori.

Commenta