EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Ai pazienti toscani con disabilità non dovrà più essere richiesto il libretto attestante il proprio status, in occasione di visite ed esami. Lo prevede una mozione presentata dai consiglieri Paolo Sarti e Tommaso Fattori di Sì-Toscana a Sinistra ed approvata all’unanimità del Consiglio regionale.

Le strutture sanitarie devono essere messe in grado di accertare in tempo reale l’esenzione dal ticket per invalidità. E’ successo più volte, purtroppo – commenta il consigliere di Sì, Paolo Sarti – che al momento della prestazione, il paziente non avesse con sé il libretto attestante l’invalidità e, nonostante l’esenzione fosse chiaramente indicata nella ricetta fatta dal medico di famiglia, si è visto richiedere il pagamento del ticket, ovviamente non dovuto. Ora, in considerazione dei recenti processi di informatizzazione del Sistema sanitario regionale, la Giunta regionale dovrà inviare a tutte le Asl  un’informativa che disponga l’accertamento in tempo reale della situazione di esenzione di ogni iscritto che usufruisca dei benefici legati all’invalidità civile e ovviamente le strutture aziendali dovranno essere dotate dei necessari sistemi informatici che lo permettano”.

Il problema di mettere in rete le varie strutture pubbliche è un problema informatico vasto. Abbiamo complessivamente un problema serio di comunicazione di sistema all’interno della sanità e a farne le spese sono spesso i soggetti più fragili”, conclude Sarti.

 

1 Comment

    • vincenza zagaria

      molto bene bravi grazie

      reply

Commenta