EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Adesso possiamo dire con certezza che la Regione Toscana non erogherà contributi pubblici a copertura degli utili fantasiosamente previsti nel  Piano Economico Finanziario del People Mover e non realizzati”. Lo affermano Tommaso Fattori, capogruppo di Sì-Toscana a Sinistra, e Ciccio Auletta, consigliere comunale a Pisa per Diritti in Comune. 

Grazie all’approvazione della mozione di Sì-Toscana a Sinistra, è messo nero su bianco che l’eventuale riequilibrio finanziario è regolato all’interno delle convenzioni tra Comune e Pisamover, senza alcun aggravio sul bilancio regionale. La convenzione per l’affidamento della concessione del servizio – precisano Fattori e Auletta – esclude un interessamento diretto della Regione rispetto alla situazione economica che deriva dai rischi di mercato. Ma non solo: la Giunta regionale dovrà riferire al Consiglio i dati di fruizione del People Mover, dati che a Pisa chiediamo inutilmente da moltissimo tempo”. 

A fronte di un’opera sbagliata è per noi prioritario difendere l’interesse pubblico e in questo caso ciò significa che le eventuali perdite private non possono essere ripianate con ulteriori fondi pubblici, insomma, non devono ancora una volta ricadere sulle tasche delle cittadine e cittadini. Con la mozione appena approvata siamo riusciti a fare chiarezza ed avere la certezza che non vi saranno aggravi sul bilancio regionale a fronte della convenzione capestro siglata tra il Comune e Pisamover. Ad oggi però non è purtroppo garantito che lo stesso valga anche per il bilancio del comune di Pisa.  Perciò è di fondamentale importanza il dispositivo che impegna la Giunta regionale a riferire al Consiglio i dati sulla reale situazione finanziaria del People Mover”, concludono Fattori e Auletta.

 

Commenta