EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

“Dopo molte notti e molti giorni passati in aula, arriva il colpo di mano del PD, che stronca il dibattito sulla controriforma sanitaria.  E getta nel buio il consiglio regionale”.

“In che modo? Il Pd, paradossalmente, si automutila e si “autocangura” da solo: butta via oltre un terzo della propria controriforma per impedire alle opposizioni di presentare emendamenti”.

“Cosa resta in piedi dopo la mutilazione?”

“Resta ciò che per il PD era l’essenziale fin dall’inizio, ossia l’annullamento del referendum e la creazione delle 3 aree vaste. Tutto questo per coprire il taglio dei posti letto e del personale, medici, infermieri, operatori socio-sanitari. E per concentrare il potere decisionale e di programmazione socio-sanitaria nelle mani del Presidente Rossi e di 3 persone da lui nominate, alla faccia dei territori e delle comunità locali, che vedranno diminuire i servizi e non avranno voce.”

“Il PD alza bandiera bianca dopo vari giorni e varie notti in cui il consiglio regionale ha discusso una sessantina di emendamenti di merito, circa 50 dei quali presentati da Sì Toscana a Sinistra. Nel frattempo il lavoro degli uffici per la validazione delle firme del referendum è stato rallentato ad arte.
Triste pagina per la democrazia in questa regione.”

Tommaso Fattori

Commenta