EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

“Con un’interrogazione abbiamo chiesto alla Giunta regionale di dar conto di quanto dichiarato dal presidente Rossi durante un’udienza del processo sul progetto di stazione sotterranea e doppio tunnel per l’Alta Velocità a Firenze” dichiara Tommaso Fattori, capogruppo di Sì Toscana a Sinistra. “In quell’occasione Rossi aveva dichiarato che Rete Ferroviaria Italiana intende smaltire le terre prodotte dalla fresa per lo scavo dei tunnel come rifiuti, una scelta che implicherebbe costi molto più alti rispetto allo stoccaggio nell’ex cava di Cavriglia, senza considerare l’inquinamento che provocherebbe la movimentazione di un milione di metri cubi di terra su gomma anziché su rotaia”.

“Ma adesso – continua Fattori- arriva la smentita ufficiale per bocca dell’assessore all’ambiente Fratoni, che nega categoricamente che vi siano atti ufficiali che avvalorino quanto dichiarato dal presidente Rossi”.

“Prendo atto che il presidente della Regione si è inventato tutto di sana pianta, il che è grave.  L’alternativa, non meno grave, è che si stiano coprendo le reali intenzioni di RFI su un progetto così delicato, progetto che come Sì continuiamo ad avversare per i suoi costi stratosferici, la sua inutilità e pericolosità, a partire dai rischi di stabilità per una parte degli edifici della città”, termina Fattori.

Tutti i comunicati di Sì Toscana a Sinistra: SinistraToscana

La nostra pagina Facebook: Facebook Sì

La nostra pagina Twitter Sì Toscana

Segreteria Sì Toscana a Sinistra
Consiglio Regionale della Toscana
Via Cavour, 4 – Firenze // tel. 055/2387506 – 7603 – 7465

Commenta