EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Stipendi Manital, approvata mozione di Si’. Fattori e Sarti: “Regione convochi tavolo con sindacati e ferrovie. Le scelte sbagliate degli imprenditori non possono sempre ricadere su lavoratori”

La Regione Toscana dovrà aiutare a individuare una soluzione positiva alla vertenza dei lavoratori del Consorzio Manital, facendo sedere allo stesso tavolo l’azienda, le rappresentanze dei lavoratori e la committenza, ossia Rfi, Grandi Stazioni e Trenitalia. Lo prevede una mozione presentata da Sì-Toscana a Sinistra e approvata all’unanimità dal Consiglio regionale. 

Da un paio d’anni assistiamo a continui ritardi e alla mancata regolarità nelle retribuzioni dei lavoratori della Manital, l’azienda che ha in appalto i servizi di pulizia della stazione di Pisa centrale e di molti altri impianti in Toscana”, affermano i consiglieri regionali di Sì Toscana a Sinistra Tommaso Fattori e Paolo Sarti.

La Regione, con l’approvazione della nostra mozione, contribuirà ad individure soluzioni definitive per garantire il puntuale pagamento delle retribuzioni, la corretta gestione dell’appalto e la continuità del servizio. I lavoratori e le lavoratrici di Manital stanno affrontando una difficile vertenza per ottenere ciò che dovrebbe essere del tutto ovvio e scontato, ossia il regolare pagamento dei loro stipendi”. 

La Manital si giustifica con le difficoltà che sono conseguite a scelte aziendali peraltro assai discutibili, come l’acquisizione di Olicar, una società pressoché sull’orlo del fallimento. Serve adesso chiarezza sul reale stato finanziario di Manital, e allo stesso tempo è necessario garantire il regolare pagamento delle retribuzioni. Il ripetuto ritardo fa vivere nell’ansia i lavoratori e le loro famiglie, costringendoli ogni volta ad una logorante attesa dello stipendio. Non è più ammissibile che errate scelte economiche sulle gare d’appalto ricadano sempre ed esclusivamente sui lavoratori e le lavoratrici”. 

I sindacati hanno giustamente chiesto anche l’apertura di un tavolo al ministero. Come Regione possiamo fare subito la nostra parte ed aiutarli a trovare una soluzione definitiva”, concludono Fattori e Sarti.

 

Commenta