EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La Giunta regionale della Toscana ha annunciato che dal prossimo 1° aprile verrà abolito il contributo di 10 euro per la digitalizzazione, dovuto finora da tutti gli utenti per le prestazioni di diagnostica per immagini.

“Lo scorso 12 settembre 2018 il Consiglio Regionale Toscano aveva approvato una nostra mozione sulla rimodulazione dei ticket e in particolare per l’abolizione del così detto ‘ticket sul CD’. Finalmente la Giunta si è espressa ed è tutto nero su bianco: si abolisce un balzello profondamente ingiusto per i cittadini, una vera e propria ‘tassa sulla salute’ che si applicava a tutti, a prescindere dalla patologia o dal reddito” dichiara Paolo Sarti di Sì Toscana a Sinistra.

“Continueremo a batterci in generale per una profonda revisione del sistema dei ticket sanitari, a livello nazionale e regionale. I tickets erano stati introdotti, oltre che per fare cassa, per contrastare il ‘consumismo sanitario’. Non è questa la strada: l’abuso delle prestazioni infatti non si può affrontare con ulteriori tasse sulla malattia (ogni cittadino contribuisce già in base al reddito al Servizio Sanitario Nazionale) ma è vigilando e contrapponendo al consumismo diagnostico l’appropriatezza prescrittiva”, conclude Sarti.

1 Comment

    • Milena Gambi

      Bravi davvero! Una spesa assurda. Grazie

      reply

Commenta