“Nel Settantesimo della Liberazione dal nazifascismo, il mio pensiero va alle donne di Kobane e al popolo greco che ha saputo ribellarsi alle politiche di austerità imposte dalla Troika. E la mia speranza è rivolta al risveglio dei cittadini italiani – afferma Tommaso Fattori, candidato alla Presidenza della Regione Toscana per la lista Sì-Toscana a Sinistra alla vigilia del Settantesimo della Liberazione dal nazifascismo – Il 25 aprile è per me, da sempre, la festa dell’anno: la giornata della vittoria della civiltà sulla barbarie, l’apice di una stagione di lotte appassionate e dolorose per un mondo libero. E questo mondo libero non è ancora arrivato, perché i focolai di autoritarismo non si sono mai spenti. Nè mai si è sopito l’afflato di libertà e nuove resistenze.

Così dedico questa giornata ai popoli che stanno combattendo contro le barbarie del nuovo millennio. Penso alle donne e agli uomini di Kobane che hanno saputo arrestare l’avanzata dell’Isis. E penso al popolo greco che ha saputo ribellarsi alle politiche di austerità imposte dalla Troika, scegliendo un governo progressista ed egualitario.

Il mio terzo pensiero è una speranza: la speranza che anche i cittadini italiani tornino ad essere partigiani e parteggino per un’Italia equa, solidale e accogliente, contro il razzismo della Lega e contro la Restaurazione anti-democratica che il PD sta cercando di imporre al paese. I valori della Resistenza sono oggi traditi. Ogni volta che Salvini tuona i suoi insulti razzisti e xenofobi la Resistenza è tradita, il sangue dei partigiani è tradito. Ogni volta che il Parlamento distrugge pezzo a pezzo la Costituzione repubblicana, la Resistenza è tradita, la sua memoria calpestata e insultata.

E allora mi appare strano – aggiunge Fattori – che in piazza oggi ci siano anche i rappresentanti di quei partiti che vogliono stravolgere la Costituzione, attraverso la riscrittura di decine di articoli, che, insieme con l’Italicum, vanno a delineare un rafforzamento abnorme dei poteri dell’esecutivo, concentrando il potere nelle mani di pochi e scoraggiando la partecipazione democratica”.

Per Sì-Toscana a Sinistra il 25 aprile è impegno costante in difesa del lavoro, della dignità degli esseri umani, dell’uguaglianza, della solidarietà sociale, della pace e dell’ambiente. Il 25 aprile è promozione della cultura, della laicità, dei beni comuni, della scuola e della sanità pubbliche, di qualità e accessibili a tutti e tutte. Tutti principi che questo governo, in continuità con quelli precedenti, sta smantellando in nome di un liberismo selvaggio che mette in primo piano il profitto di pochi a scapito del benessere collettivo. Anche in Toscana.

AGENDA DI TOMMASO FATTORI PER IL 25 APRILE 2015

Ore 9,30 Celebrazioni ufficiali a Firenze, Piazza dell’Unità

12 / 15,30 Pranzo in Piazza Poggi | 70° Anniversario della Liberazione
Unione Ricreativa Lavoratori di San Niccolò Pranzo del 25 Aprile organizzato da: A.N.P.I. ARCI Firenze e Circolo ARCI San Niccolò

Ore 16 Spazio culturale SpeakEasy via San Niccolò 23, Liberation Spring, Incontro con Tommaso Fattori

Ore 17 Corteo da Piazza Santo Spirito a Piazza Tasso (sede della strage fascista del luglio 1944) e ritorno

Ore 21 a Prato, al banchino LeftLab per sostegno a campagna di tesseramento per Radio CORA, nell’ambito della tre giorni Bomba Libera tutti organizzata presso piazza Università dall’associazione Libertà e Partecipazione

per i colleghi: vi segnaliamo che è disponibile per tablet e smartphone l’App di Sì – Toscana a Sinistra, per conoscere l’agenda di Tommaso Fattori, per avere notizia delle iniziative più vicine grazie alla geolocalizzazione, per far conoscere il programma e le ultime novità della campagna elettorale. L’applicazione è disponibile per Android e nell’Apple Store, sempre gratuitamente.

Commenta

Sostienici

facebook

Resta in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter [mc4wp_form]