Anna Marson all’assessorato all’urbanistica, Tomaso Montanari alla cultura: sono i due nomi di prestigio internazionale che hanno accettato di entrare a far parte, in qualità di assessori, della giunta regionale guidata dal candidato presidente di Toscana a Sinistra di Tommaso Fattori in caso di vittoria. “Sono molto grato a Fattori per la proposta e accetto con grande soddisfazione”, ha detto lo storico dell’arte Tomaso Montanari. “Con una Toscana guidata da lui e un territorio regionale nelle salde mani di Anna Marson lavorare alla cultura vorrebbe dire costruire uno strumento di emancipazione, di riscatto dei più deboli, di costruzione vera di quella comunità democratica di eguali che la Toscana non è più da troppo tempo”. Per Anna Marson, urbanista dell’università Iuav di Venezia e madre della legge regionale 65 del 2014, “il governo del territorio è oggi un tema fondamentale nella necessità di cambiamento radicale del modello di sviluppo conseguente ai cambiamenti climatici e ai rischi pandemici. Il benessere dei luoghi di vita e di lavoro, attraverso la crescita della qualità ambientale, il consumo zero di suolo e la valorizzazione del patrimonio territoriale e paesaggistico, costituiscono per la Toscana in particolare la base essenziale per il superamento della crisi e la produzione di nuova ricchezza. In questa prospettiva le innovazioni introdotte dalla Legge 65/2014 di governo del territorio e dal Piano paesaggistico regionale vanno assunte come strumenti strategici per garantire la gestione del territorio in quanto bene comune, assicurandone un’attuazione efficace per il benessere collettivo”.
“Sono entusiasta di avere al mio fianco due figure di tale caratura – ha commentato Tommaso Fattori, candidato presidente della Regione per Toscana a Sinistra. “Due nomi che per competenza e coerenza ben rappresentano la qualità e la forza della proposta di governo che abbiamo per la Toscana”.

Commenta