“Gli indecisi di sinistra voteranno per noi, non certamente per chi, come Ceccardi, sostiene che l’antifascismo non abbia più senso, ignora cosa sia l’economia circolare, vorrebbe rafforzare il ruolo della sanità privata e sposa ciecamente le istanze di Confindustria anziché quelle di chi lavora”. Così Tommaso Fattori, candidato presidente della Regione per Toscana a Sinistra, replica all’intervista rilasciata andata in onda su La 7 in cui Susanna Ceccardi rivendicava i voti dei cosiddetti ‘indecisi di sinistra’. “C’è chi vorrebbe far passare le elezioni regionali in Toscana come una sfida a due e per questo ci esclude strumentalmente dai sondaggi. La candidata di Matteo Salvini sproloquia dalle piazze e dagli studi televisivi ma ignora completamente i veri problemi della nostra Regione, al punto da aver ammesso che dopo le elezioni non farà parte dell’opposizione in Consiglio regionale ma tornerà al suo comodo seggio a Bruxelles”, ha aggiunto Fattori. “L’elettorato di sinistra si riconoscerà in chi, come noi, vuole rafforzare la sanità pubblica e orientare gli investimenti verso la creazione di lavoro stabile. In chi crede nella conversione ecologica delle produzioni e nella tutela dei beni comuni. Chi vuole veramente portare Giani al ballottaggio siamo noi, l’unica vera alternativa di governo”.

Commenta