Si è svolta stamani dinanzi al presidente della Prima sezione civile del Tribunale di Firenze, dr. Fernando Prodomo, la prima udienza del procedimento promosso da quindici personalità della cultura, dell’associazionismo e della politica toscana contro il “Toskanellum”, tra cui anche il candidato alla Presidenza della Regione Toscana per la Lista Sì – Toscana a Sinistra, Tommaso Fattori.

Gli avvocati Besostri e Solimeno hanno illustrato le ragioni della scelta della procedura per ragioni d’urgenza e del Giudice civile ordinario perché la controversia è in materia di diritti politici. La Regione Toscana si è costituita con eccezioni di carattere procedurale.

Il giudice si è riservato di decidere su tutte le questioni, compresa la richiesta di rimessione alla Corte Costituzionale.

Fattori condivide la valutazione positiva dell’avvocato Besostri sull’assenza di dilazioni o provvedimenti interlocutori. Se il Giudice valuterà fondati i dubbi di costituzionalità esposti dai ricorrenti sospenderà il giudizio chiedendo che la Corte costituzionale si pronunci, allora si potrà arrivare alla abrogazione, almeno parziale, della legge regionale n. 51 del 2014.

Commenta